Come Presentare La Tua Startup In Usa: 10 Consigli Per Ottenere Finanziamenti

Ravit Lichtenberg ci fa un gran bel regalo con What Every European Startup Should Know: 10 Keys to Presenting Your Startup in the US. Ci espone in maniera chiara e sintetica le 10 regole fondamentali che una startup europea deve rispettare per avere la possibilità di raccogliere finanziamenti in USA, e lo fa partendo da 3 presupposti:

  1. In Europa i capitalisti di ventura sono quasi inesistenti
  2. In Europa  il bacino di utenza è inferiore
  3. In Europa l’innovazione generalmente viene accolta con scetticismo

Audience
Image Credit: mblain

1. La prima impressione è (quasi) tutto

Perchè sei diverso? Perchè un angel investor avrebbe interesse nell’incontrarti di nuovo? Perchè dovresti lasciare un imprinting nella mente di chi ascolta? Hai solo i primi 60 secondi della presentazione per dare una risposta a queste domande

2. Focalizza sui benefici degli utenti

In Europa ci si pavoneggia troppo sulla tecnologia (visione introversa). Negli USA l’unica cosa che ha valore è la risposta ad una semplice domanda: perchè un utente dovrebbe usare il tuo  servizio?

3. Parti dalla fine

Oltreoceano è quasi prassi arrivare subito al sodo per procedere a rovescio (lo fanno anche con i film a volte)

4. Usa i numeri

Concretezza nel modello di business: devi sapere quanto si spenderà e quanto entrerà nei primi tre anni.

5. Focalizza

Anche se il progetto offre mille interesanti possibilità e potenzialità individua i due obiettivi più realistici e tralascia gli altri

6.  Gli investitori non sono tuoi amici

Anche se sono simpatici o gentili ti ascoltano perchè vedono in te una buona fonte di investimento, e quindi guadagno.

7. Il Networking è la chiave

Forse in Europa passare tempo fuori dall’ufficio vuol dire perder tempo. Nella Silicon Valley a volte è il contrario. Incontra altri CEO, parla con i bloggers, con gli investitori. Esci dalle quattro mura del tuo ufficio e fai networking.

8. Falla breve

La presentazione deve essere breve ed efficace. Elenca nelle slides alcuni termini chiave su cui sviluppare la conversazione e basta. Sono gli interlocutori che poi ti devono chiedere: possiamo parlare di più?

9. Limita, se non elimina del tutto, la discussione

Parla e recepisci il feedback degli interlocutori per sviluppare la presentazione sulle loro osservazioni, evitando se puoi risposte secche che possano farti sembrare permaloso o in linea difensiva. Agli americani proprio non piace.

10. Usa le infrastrutture già esistenti

Il fatto che esistano possibilità di finanziamento maggiori non vuol dire che sia facile: le Camere di Commercio del tuo paese possono aiutarti a trovare gli eventi più importanti, enti no-profit come Dow Jones’ Venture Wire collegano le startup europee con giornalisti e venture capitalists, Innovate!Europe cerca talenti in Europa e li aiuta a crescere.

Ti segnalo un paio di ottimi post che integrano e completano questi ottimi consigli;

Se ti è stato utile potrebbero interessarti anche:

Commenti

  1. Matteo Dini scrive:

    Complimenti, davvero un ottimo articolo, mi fa vedere sempre di più quella “spada di Damocle” che abbiamo in Europa ma soprattutto in Italia.

    1. ikaro scrive:

      In verità anche in europa non siamo messi malissimo. Ho avuto modo di partecipare allo StartUp 2.0 di Barcellona e mi è proprio piaciuta l’aria che ho respirato. Per quanto riguarda l’italia purtroppo siamo fermi al prete, al carabiniere e al dottore come figure sociali di rilievo (basta guadare le fiction)

  2. Matteo Dini scrive:

    Perfettamente d’accordo 🙂