Abbassamento Del PageRank e Links Testuali: Penalizzazione o Acuta Strategia?

Solo questa mattina leggevo l’articolo Google vuole la guerra? E che guerra sia di napolux  in merito alla penalizzazione operata da Google che ha ridotto il PageRank del suo blog in maniera drastica, come sta succedendo ad altri autorevoli blogs.

Arrabbiata
Photo Credit: logos

Commentando su OkNotizie ho manifestato la mia perplessità in merito al fatto che questo poteva essere dovuto alla manipolazione del PageRank attraverso i links testuali poichè anche un mio sito  sta passando da PR4 a PR2, ma non vende nè acquista links.

Torno a casa stasera e trovo ikaro.net con un PageRank crollato da  5 a 3. Ma neanche ikaro.net vende links testuali, o meglio ho disattivato lo script di Text Links Ads da circa un mese dopo un periodo di prova senza averne venduto neanche uno, e l’unico che avevo comprato è stato disdetto due mesi fa. I pochi links presenti sono links spontanei, alcuni reciproci ed altri no.

Se effettivamente fossi stati penalizzato per i links testuali vuol dire che Google penalizza l’intenzione, oppure il passato. Mi sembra eccessivo.

Dando solo una idea del livello di penalizzazione che Google sta mettendo in atto:

  • Napolux.com: da PR 5 a PR 3
  • Pandemia.info: da PR 6 a PR 4
  • Ikaro.net: da PR 5 a PR 3
  • Masternewmedia.org: da PR 7 a PR 4
  • Sw4n: da 6 a 4

e non è nulla. Dando uno sguardo all’estero:

  • Washingtonpost.com: da PR 7 a PR 5
  • Statcounter.com: da PR 10 a PR 8
  • Problogger.net : da PR 7 a PR 4
  • Blogherald.com: da PR 6 a PR 4

Un vero terremoto. Ma la perdita diPage Rank che comporta? Ho voluto verificare se effettivamente alla diminuzione del PR corrisponda una penalizzazione nelle SERP (senza dubbio molto più importante): ho verificato su quali Data Center è già attiva la penalizzazione (PR 3) e mi sono segnato i relativi IP. Successivamente ho usato Google Data Center Watch Tool per controllare il mio ranking con le keywords abituali su quei Data Centers.

Risultato: PageRank penalizzato, ranking nelle SERP invariato.

Di fatto, anche verificando con LLOOGG mi sembra di capire che al momento il decremento non influisca affatto sul ranking. Considerando quindi che:

  • La penalizzazione non sembra influire sul posizionamento
  • Molti siti che non vendono nè comprano links sono anch’essi penalizzati
  • Le penalizzazioni sembrano riguardare per la maggior parte siti rilevanti

è possibile che Google stia simulando un taglio del PR dei siti rilevanti allo scopo di dissuadere a monte gli utenti dall’uso di tecniche artificiose per l’alterazione del proprio PR e far cessare il mercato dei links testuali.

Se ciò Google sta mettendo in atto sia giusto o meno è una opinione: c’è chi recita mea culpa, chi si incazza. Io mi limito a sperare che questa penalizzazione effettivamente non abbia influenza sul ranking altrimenti sarebbero dolori veri, sottolineando ancora il problema vero di fondo: la mancanza di una valida alternativa a Google.


Se ti è stato utile potrebbero interessarti anche:

Commenti

  1. Anonimo scrive:

    Mi chiedo come ancora un’infinità di persone di una certa cultura e intelligenza perdano ancora il loro tempo per stare dietro al monopolista dei motori di ricerca, il quale fa il bello e il cattivo tempo perdendo sempre più di vista quello che dovrebbe eesere il suo vero obiettivo ovvero trovare i siti che meglio rispondano alle esigenze dell’utente mentre si concentra sempre di più nella vendita dei suoi spazi pubblicitari. Spero di sbagliare (anche se i risultati che ho raggiunto confermano sempre di più le mie ipotesi) per termini di ricerca con alto valore economico servono investimenti per il posizionamento bla bla bla….. In poche parole chi ha la possibilità di investire si posiziona e chi non ha questa possibilità bye bye (il brutto e che il fattore tecnico e i contenuti hanno un’influenza molto bassa)….. Dico questo dopo aver raggiunto dei risultati e non così tanto per dire. Sono circa 6 anni che lavoro in questo campo. Il mio cliente ha investito, il sito era nei primi dieci con parole chiave come rome hotel, rome accommodation ecc….. , ha voluto fermare l’investimento et voilà dopo circa 7 mesi non era più nei primi 200. Stesso sito, prima era un buon sito ricco di contenuti e poi improvvisamente non meritava più. Per non parlare poi di dmoz….

    1. ikaro scrive:

      La storia del tuo cliente è sicuramente seccante, ma penso esistano altre esperienze che dimostrino quanto sia possibile ottenere buoni risultati senza investimento.

      Inoltre il fatto che GG si trovi in una posizione da monopolista dipende dalla mancanza di competitor validi in grado di creare concorrenza. GG non è cattivo, sono gli altri che non sono minimamente all’altezza di competere permettendo a GG di fare il bello ed il cattivo tempo.

      Ciao 🙂

      Daniele

  2. Laboo scrive:

    Uno dei miei siti storici è caduto nella trappola: da 5 a 3
    quello che dico è che io non vendo links diretti, ma ovviamente scambio e foraggio i miei siti, come tutti d’altronde.
    per il momento non ho ripercussioni nelle serp, starò a vedere..

    1. ikaro scrive:

      Anche ikaro è stato penalizzato di due punti, e lo è tutt’ora. Mai scoperto perchè.