Mailing List Manager: Perché Mailchimp è meglio di AWeber

Da circa un anno sto gestendo alcune liste di email con due grandi applicazioni online per  l’email marketing: Mailchimp ed AWeber, che avevo già avuto modo di confrontare in Email Marketing: Creare E Gestire Mailing List Con WordPress.

Una breve introduzione se non sai di cosa sto parlando:

  • Sono servizi che permettono di creare delle mailing list a cui i lettori del tuo blog possono iscriversi per ricevere aggiornamenti e notizie
  • Gestisce l’invio delle email a queste liste
  • Riesce a tracciare chi apre le email, chi fa click sui link contenuti e su quali link in particolare
  • Gestisce i rimbalzi, ovveri gli indirizzi non funzionanti (temporaneamente o permanentemente)

Quando hai a che fare migliaia di indirizzi email diventa problematico affidarsi al fai-da-te, per questo ho deciso di non utilizzare i miei script per verificare la validità di 5000 utenti iscritti ad un mio progetto online in piedi da diversi anni  ma di affidarmi a servizi professionali per tracciare le email che tornano indietro, il motivo per cui tornano indietro ed altro, al fine di ripulire la lista.

Ecco una comparazione rapida tra i due considerando il numero di iscritti e le email inviabili (i prezzi sono canoni mensili);

Mailchimp

Aweber

Noterai che i piani di Mailchimp che offrono un invio di email illimitate sono più cari rispetto a quelli di AWeber, per contro il piano free di quest’ultimo consente di gestire sino a 2000 utenti contro i 500 di aweber, sebbene con un limite di 12.000 email mensili (circa una a settimana).

Da un punto di vista professionale però il criterio di scelta dei due servizi deve necessariamente prendere in considerazione altri aspetti importanto al di la del prezzo.

Perchè Mailchimp è meglio

Sia le API di AWeber che le API di Malichimp ti permettono di inviare email, accedere alle statistiche, modificare i profili degli iscritti ed altro tramite script sviluppati in proprio, con una dofferenza;le API di mailchimp permettono l’iscrizione tramite API di indirizzi email nelle tue liste, AWeber no.

Riporto dalla TOS;

Batching or in any way trying to script the addition of new subscribers to the web form subscribe methods is strictly forbidden. A script must not be used to auto submit a web form subscriber on behalf of a website visitor

E’ vietato esplicitamente l’inserimento di indirizzi email tramite procedure bacth con API o terze parti in generale. E questa è una seccatura perchè non mi rende possibile gestire una lista di utenti che si sono iscritti volontariamente ad un mio servizio, e di fatto mi rende impossibile integrare Aweber in un progetto già esistente.

Al contrario Mailchimp consente di sviluppare ed utilizzare procedure batch di iscrizione, fornendo anche esempi belli e pronti.

Queste infatti sono una serie di implementazioni che ho già sviluppato in PHP con le API di mailchimp, e che non avrei potuto implementare con Aweber;

  1. Esportazione utenti da un DB MySQL ad una lista di Mailchimp
  2. Utilizzo di Mailchimp per comunicazioni di servizio e di altra natura
  3. Tracciamento dei rimbalzi per gestire utenti con email non più funzionanti
  4. Sicronizzazione delle cancellazioni e delle nuove iscrizioni alla lista tramite i moduli di gestione del profilo utente sulla mia applicazione
  5. Tracciamento sul DB locale di utenti con mailbox piena/inesistente/non funzionante e momentanea disabilitazione del profilo

Altra caratteristica molto gradita di Mailchimp è l’adeguamento on-the-fly del piano in base al numero di liste. Se infatti il numero di iscritti cala e va al di sotto della soglia del piano che stai paganto il sistema automaticamente fa il downgrade del piano per non farti pagare quello che non ti serve.

Veramente utile.

Se ti è stato utile potrebbero interessarti anche:

Commenti

  1. […] novità dei due servizi, assieme ad utili consigli, sfruttanto un servizio di mailing avanzato (Mailchimp) che […]