Come Il Web 2.0 Può Creare Opportunità Di Lavoro: L’Era Del Crowdsourcing

Le dinamiche sociali in rete possono creare lavoro, opportunità ma sopratutto offrire la possibilità di dimostrare le proprie capacità.

Il crowdsourcing è un altro di quegli strani termini connessi al web 2.0 dal significato molto semplice: è il processo di individuazione di skill professionali all’interno di un gruppo  non organizzato di persone.

99designs ne è un bellissimo esempio. Si tratta di un sito che permette a grafici e designer freelance di tutto il mondo di dimostrare il loro talento.

99design

Il funzionamento è molto semplice;

  1. Il committente che ha bisogno di un lavoro di design, della ideazione di un logo, della grafica di un sito o altro lancia un contest nel sito indicando le specifiche
  2. Il committente deve indicare chiaramente il budget stanziato per quel lavoro
  3. Grafici e designer freelance  interessati aderiscono al concorso inviando bozzetti e proposte
  4. Il committente deve dare un feedback a tutti i partecipanti
  5. Alla chiusura del contest il committente sceglie il lavoro migliore, ed il designer  può incassare il budget stanziato
  6. I diritti del lavoro svolto passano dal designer al committente

Work_list

I budget vanno da migliaia di dollari a cento dollari. I freelancers che propongono i lavori partecipano ai contest del tutto gratuitamente, mentre l’importo per aprire un nuovo concorso da parte dei committenti ammonta a 39 crediti (1 credito=1$).

Queste sono alcune proposte per il logo di Amyris, che ha stanziato un budget di 1000$;

Logos

Se sei un grafico o un designer fai un bel bookmark su 99designs e facci un giro perchè rappresenta un ottimo esempio di come il social networking e le conversazioni online possono creare  opportunità di lavoro.

Ecco un bel video sul crowdsourcing:

Se ti รจ stato utile potrebbero interessarti anche:

Commenti

  1. Riccardo scrive:

    Purtroppo noi italiani siamo quelli che abbiamo speso 100.000 euro per il logo di Italia.it… non sarebbe stato molto meglio affidarsi ad un contest del genere e risparmiare 98.000 euro?

    1. ikaro scrive:

      senza dubbio, ma viviamo ancora in un mondo che si muove su referenze/conoscenze/ammicammenti e aumm aumm