Persuasione: Auto Euro 4 E Euro 5, Quello Che Devi Sapere

Il tema della persuasione e della manipolazione dei bisogni mi ha sempre appassionato e questa è una occasione troppo ghiotta per non cogliere la palla al balzo.

E’ già iniziato il bombardamento mediatico sui nuovi motori Euro 5 con emissione di CO2 più bassa rispetto ai motori precedenti. Ne sanno qualcosa i proprietari di auto Euro 4 che a breve non potranno più circolare nei giorni di blocco del traffico.

Va bè, ma per quanto scocciante un sacrificio per il nostro pianeta si può sempre sopportare no? Basti pensare che:

  1. La scienza permette di progettare e costruire motori sempre meno nocivi, a bassa emissione di CO2
  2. Per salvaguardare la nostra salute i comuni saltuariamente chiudono al traffico le città, ad eccezione dei veicoli meno inquinanti
  3. Con il passar del tempo la scienza evolve, e nuovi motori sempe meno dannosi vengono commercializzati, rendendo obsoleti i precedenti

O no? Bè, non è esattamente così. Seguimi e rimarrai sorpreso.

Auto
Photo Credit: chuew

Lo strano silenzio sulla storia di Guido Pacetti Bustini

Quella che sto per raccontarti è la storia di un ingegnere romano, Guido Pacetti Bustini, che sin dagli anni 70 si è occupato per conto dell’Eni di inquinamento e di emissioni di gas nocivi nell’atmosfera.

L’ing. Bustini ha acquistato una Fiat 600 nel 2003, una Euro 3 per l’esattezza. Proprio in quel periodo i comuni iniziarono a chiudere al traffico i veicoli più inquinanti, tra cui le auto Euro 3, lasciando circolare solo le auto Euro 4.

Se fosse successo a me, oppure a te, non sarebbe successo nulla ma l’inquinamento è pane quotidiano per l’ing. Bustini che dopo attente ricerche scopre un particolare molto importante: la combustione del motore è regolata da una centralina elettronica. Come riportato da lui stesso su un articolo di Kataweb:

La vera novità della normativa euro 3  è stata la centralina Obd che gestisce il motore ottimizzando la combustione e quindi la riduzione degli agenti inquinanti nell’aria. Il passaggio all’euro 4 ha semplicemente ristretto ulteriormente i limiti previsti per questa centralina. Quindi ho capito che la mia auto, come tutte le vetture euro 3 teoricamente, poteva essere adeguata riprogrammando il software della centralina"

Questa operazione però non può essere fatta autonomamente ma deve essere gestita necessariamente dalla casa madre, la Fiat nella nostra storia.

Trasformare la Euro 3 in Euro 4

Bustini è fermamente deciso e sicuro delle proprie scoperte: inizia a bombardare la Fiat con missive per chiedere la riprogrammazione della centralina e la omologazione del motore da Euro 3 a Euro 4.

La Fiat inizialmente fa orecchie da mercante, ma il nostro caro ingegnere e ancor più tenace e bombarda senza tegua la casa madre che cede per spossatezza:

  • dopo due anni ritira la Fiat 500
  • ne riprogramma la centralina diminuendo le emissioni di CO2
  • apporta le dovute modifiche all’auto
  • la omologa a Euro 4 (!!!)
  • la restituisce al suo cliente.

Ancora da Kataweb:

"Io scrivevo, anche al centro prove di Orbassano, ma ottenevo poche risposte. Alla fine, a febbraio scorso, dopo due anni, mi hanno dato ragione. Ho portato la mia 600 in una concessionaria indicata da Fiat (per la cronaca, era la Romana auto, ndr) e in due giorni me l’hanno riconsegnata con tanto di carta di circolazione aggiornata. Sono stati cortesi: hanno portato loro la mia macchina in quei due giorni alla motorizzazione civile di Roma per completare l’iter… non mi hanno chiesto soldi

Altri hanno tentato la strada della conversione a Euro 4 ma con fortune alterne. Ecco quanto afferma un funzionario della Motorizzazione Civile di Roma (che chiede di rimanere anonimo) in una intervista su Repubblica:

"Ma si è mai chiesto perché sulla carta di circolazione dei veicoli non c’è l’indicazione esatta delle emissioni delle singole vetture che pure vengono verificate quando un modello viene omologato? Se vi fosse, macchine già ora circolanti sarebbero in regola quando, presto, arriverà l’euro 5. Ma si venderebbero meno auto nuove”"

Persuasione, creazione dei bisogni e percezione della realtà

Se  è possibile modificare una auto per  adeguarla ai nuovi livelli massimi di emissione di CO2, perchè siamo continuamente bombardati dai media che ci spingono ad acquistare una auto nuova ogni 3 anni per non arrecar danno al clima del nostro pianeta? Perchè i governi di destra o sinistra sono conniventi con questa propaganda finanziando iniziative di rottamazione per favorire questo tipo di commercio invece di costringere le case automobilistiche a valutare politiche di conversione delle automobili?

  • La prossima volta che vedi la pubblicità di un’auto che corre silenziona tra petali di rosa e uccellini cinguettanti ricordati bene la marca.
  • La prossima volta che un governo finanzia rottamazioni di auto per incentivare la vendita dei nuovi motori, ricordati bene quelle facce.
  • La prossima volta che vedi il talk show del giornalista di turno sull’ennesimo delitto in famiglia, chiediti perchè non ha mai parlato di storie come questa

Ci vuole memoria per cambiare il mondo e non comprare più i loro prodotti, non votare più quelle facce, non assistere più ai loro programmi idioti.

Chiudo con un dubbio lecito, che suppongo abbia anche tu: se una Euro 3 può diventare una Euro 4, quest’ultima potrà essere adeguata alla normativa Euro 5?

Commenti

  1. markogts scrive:

    Per le auto a benzina, la differenza tra euro4 ed euro5 è ridicola, solo una riduzione del 20% degli ossidi di azoto. Per i diesel la storia è ben diversa. Idem per il passaggio da euro3 ad euro4. Però poi dipende molto da motore a motore.

  2. Anonimo scrive:

    una domanda, per chi mi sa rispondere, ho appena acquistato una Ford Fusio UAV omologata euro 4, puo’ essere traformata euro 5 al semplice costo di aggiornamento della carta di immatricolazione? Il meccanico del mio concessionario mi ha guardata come se fossi stata matta, dicendo che e’ una cosa impossibile. Mi sapete dare una risposta grazie.

  3. Anonimo scrive:

    Ciao a tutti. Sarei interessato anche io a sapere se è o meno fattibile questa cosa, perchè vorrei acquistare una nuova auto che al momento è euro 4, ma rispetta già i parametri dell’euro 5.
    Mi sto interessando ma sto ottenendo risposte discordanti.
    Visto l’articolo….qualcuno ha qualche esperienza diretta o mi può dire qualcosa in merito ?

    Grazie

    1. ikaro scrive:

      Da quello che ho capito è possibile solo sela centralina è riprogrammabile, e se c’è volontà del costruttore di ri-omologare l’auto. L’unica cosa da fare a mio avviso è inviare una comunicazione con raccomandata A/R al costruttore magari facendosi supportare da un ingegnere.

      Facci sapere!

      Daniele

      1. Anonimo scrive:

        Ciao a tutti !!!
        Alla fine ho contattato direttamente la casa madre (Peugeot) e l’UNRAE.

        Mi è stato detto che non è possibile farlo su tutti i modelli in circolazione perchè è una cosa un pò “più complessa” di una semplice riprogrammazione della centralina, in quanto oltre alle emissioni ci sono anche altri parametri che devono essere rispettati da un’auto Euro 5.

        Solitamente è fattibile se l’auto è un Euro 5 “Ready” come ad esempio le Fiat 500.
        Per quanto mi è stato detto da una persona che lo ha fatto bisogna comunque avere l’ok della casa madre, portare l’auto in officina e poi i documenti alla motorizzazione per l’aggiornamento della carta di circolazione, quindi non basta solo riprogrammare la centralina.

        A questo punto resterò in attesa dell’uscita di nuovi modelli direttamente Euro 5.

        Anche se scontato….una cosa a tutti…..diffidate di ciò che vi dice la concessionaria. A me il venditore ha più volte ribadito che si poteva tranquillamente fare e potevano addirittura farlo loro…..cosa non si fa per vendere un auto in più.

        Spero di essere stato utile.

        Ciao a tutti

  4. MARIETTO-ROSSI scrive:

    Io mi chiedo, le limitazioni sono programmate per diminuire e risolvere (limitatamente)l’inquinamento dell’aria, ohh sono fatte per vendere i nuovi modelli eu5-6 ecc,mi sorge un dubbio, sugli efettivi controlli atti al controllo sugli inquinamenti, e sulle strategie politiche delle case costruttrici ad apportare le modifiche necessarie a ridurle.
    Mi spiego meglio, il mio jtd 19 fiat stilo, eu3 del 2004, dopo piccole migliorie e vari controlli di opacità posso dichiarare con prove che l’opacità media è 0,2,

    teoricamente rientra nei parametri medi degli EU6. ALL’ORA MI CHIEDO, C’è LA VOLONTà DI FAR CIRCOLARE MEZZI POCO INQUINANTI ,OHH VENDERE AUTO NUOVE? SECONDO VOI?

    1. ikaro scrive:

      Ovviamene la seconda che hai detto