Google, Apple, le tasse e gli ubriachi

“Spesso ci si attacca ai numeri come gli ubriachi si attaccano ai lampioni, non per farsi illuminare ma per farsi sostenere” – G.B. Shaw

Drunk
Il richiamo all’indignazione generale riguardo le tasse eluse dalle grandi aziende nei mercati Europei è giusto nella sostanza ma marcio, subdolo e inaccettabile nella forma perché allontana indirettamente la classe dirigente del paese dalle proprie responsabilità.

Purtroppo chi lavora lo sa bene: pagare le tasse in Italia non serve per lo sviluppo del paese, ma per colmare la voragine di denaro sperperato e rubato: Continue reading

Quando ero famoso…

L’articolo sugli influencer pubblicato da La Repubblica mi ha fatto venire in mente quando “ero famoso”.

  • Quando ero famoso erano gli anni del millenium bug
  • Quando ero famoso il mio tech era nella top 20 tech di Technorati (se non sai cos’è ti invidio un po’ perché sei gggiovane)
  • Quando ero famoso non si condivideva una ceppa: scrivevi quello che volevi, venivano a leggerti e commentavano sul sito
  • Quando ero famoso avevo lo stand a Smau, e c’erano Ale e Franz che facevano lo show nello stesso padiglione
  • Quando ero famoso sapevo come andare in prima pagina su  Google con tre semplici accorgimenti
  • Quando ero famoso pensavo che la giovane azienda nello stand a fianco, che si chiamava “Aruba”, aveva bisogno di un buon marketer…
  • Quando ero famoso pensavo che non avrei mai fatto soldi col mio prototipo di app per il bookmarking online.
  • Quando ero famoso mi telefonavano le “azziende” e mi dicevano “… tu che sei una blogstar…”
  • Quando ero famoso mi mandavano gratuitamente cellulari, gadget high tech, router, ecc.
  • Quando ero famoso non dovevo neanche comprare lo shampoo… me lo spedivano gratis
  • Quando ero famoso andavo alla Blogfest per fare gli speech.
  • Quando ero famoso mi davano super auto a noleggio gratuito per pubblicarne foto e recensioni
  • Quando ero famoso tutti mi chiedevano quanto guadagnavo con AdSense
  • Quando ero famoso tutti mi dicevano che non era vero che si guadagnava tanto con AdSense
  • Quando ero famoso pensavo che se non avessi pubblicato un post al giorno infamia e iattura si sarebbero abbattute su di me e su tre generazioni a venire.
  • Quando ero famoso prima di andare ad un evento pensavo che una bella ragazza mi avrebbe guardato perché ero famoso, e poi l’avrei rimorchiata. Non è mai successo, anche se “ero famoso”.
  • Quando ero famoso pensavo che non sarei mai più potuto andare in vacanza senza una connessione internet
  • Quando ero famoso ammiasorella dicevano “conosco attuofratello di fama”
  • Ad Agosto del 2011, uno coso chiamato “Google Panda Update” ha deciso che io non avrei più dovuto essere famoso.
  • Quando ho smesso di essere famoso non mi hanno più chiesto quanto guadagnavo con AdSense
  • Non dirò mai quanto ho guadagnato con AdSense, neanche ora che non sono più famoso
  • Da quando ho smesso di essere famoso devo comprarmi lo shampoo
  • Da quando ho smesso di essere famoso ogni volta che commento il post di un influencer un supergggiovane mi chiede “mattucchissei….”
  • Ora che non sono più famoso quando leggo di aziende che sono a caccia di “influencers” mi viene un brivido sulla schiena.
  • Ora che non sono più famoso penso che invece di passare il tempo a scrivere post per continuare ad essere “un blogger famoso” avrei fatto meglio a dedicare tempo a quell’app per il bookmarking online.

 

 

 

Le mete turistiche in Europa più gluten-free

GlutenFreeTravel_US_blog_logo.jpg

Chiedere agli amici, in rete o consultare gli elenchi delle associazioni locali gluten-free è un ottimo sistema per capire quali opzioni senza glutine sono disponibili nelle varie capitali europee, ma automatizzare questo tipo di ricerca permette di;

  • guadagnare molto tempo
  • di scoprire delle vere e proprie “opportunità culinarie” nascoste
  • di scoprire posti senza glutine non inclusi negli elenchi delle varie associazioni di settore locali
  • scovare opzioni gluten free anche dove non sono andati i nostri amici, o dove non ci sono associazioni di categoria

Continue reading

Londra senza glutine: ecco i migliori locali gluten free del centro

Londra senza glutine

Londra, per chi mangia senza glutine, è un vero e proprio paradiso. Sono tantissimi i locali che offrono opzioni senza glutine, praticamente per ogni cucina (hamburgherie, pizzerie, catene fast food, ristoranti, ecc).

Ecco una selezione dei locali più apprezzati da chi mangia senza glutine scovati da Gastromama, tutti dislocati nell’area del centro di Londra  tra Piccadilly, Soho e Covent Garden: Continue reading

3 consigli per dominare la Metro di Londra

Dietro questo titolo roboante in realtà si celano i giorni di smarrimento che ho passato quando prendevo la metro a Londra le prime volte. Del resto basta guardare la piantina…

londonTube

…ed è facile immaginare che un romano abituato a visualizzare la  mappa del metro della propria città con una “X” si senta perso le prime volte nella Tube. 

In realtà basta afferrare tre semplici concetti con cui sono stati concepiti la mappatura e tariffe e non avrai (quasi) più bisogno di consultare la mappa per muoverti. Continue reading

Check in online: come prenotare i posti più comodi per il tuo volo

Si chiama SeatGuru, è un servizio creato da un viaggiatore ed acquistato da Tripadvisor nel 2007, che ti permette di identificare i posti migliori sul tuo volo e di prenotarli o sceglierli durante il checkin online.

seatguru_1

Il vantaggio non è da poco specie per i voli lunghi, perché Seatguru non mostra semplicemente la piantina, ma indica chiaramente quali sono i posto migliori e con più spazio, e quali quelli più scomodi (con sedili non reclinabili ad esempio). Continue reading

Londra: Il Transfer Più Economico dall’Aeroporto di Stansted

Ti passo qualche informazione su come arrivare a Londra se atterri all’aeroporto di Stansted. Questo aeroporto, sebbene si trovi abbastanza fuori mano, è uno dei più affollati perché costituisce il terminale di molte compagnie low Cost (Ryan Air su tutte).

A parte qualche raro caso uso sempre il servizio di easyBus quando vado a Londra perché è economico ed abbastanza affidabile.

Arriva_0310_on_easyBus Continue reading

Cosa Dovresti Sapere Prima di Decidere se Trasferirti in Brasile

Il flusso di Italiani che decide di cambiare vita all’estero aumenta sempre di più, e secondo me viene volutamente sottostimato. Uno dei paesi più gettonati è proprio il Brasile, appartenente al blocco delle economie emergenti (BRIC).

Non ho una conoscenza diretta di India, Cina e Russia ma il Brasile lo conosco sufficientemente per sapere quali insidie riserva a Italiani e stranieri in generale che decidono di trasferirsi.

Ecco alcune informazioni di partenza, comunque da approfondire, per valutare un eventuale trasferimento.

balneario Continue reading